Infezione

Infezione

Reazione patologica alla penetrazione e moltiplicazione di un microrganismo, batteri, miceti, virus, protozoi (organismi unicellulare).

In base all'eziologia (caratteristiche) del microrganismo si può identificare come:

  • Virulenza - capacità (velocità) del microrganismo di attraversare i sistemi di difesa (ospite) e di replicarsi creando danni più o meno gravi.
  • Contagiosità - capacità (facilità) di un patogeno (microrganismo) di trasmettersi da un ospite all'altro creando un danno.
  • Infettività - capacità (facilità e velocità) di infettare, dare origine a un’infezione.
  • Patogenicità - capacità di un microrganiosmo di creare un danno.

Infezioni nosocomiali

anche “Infezioni correlate all'assistenza” - “Infezioni ospedaliere”.

Malattie da infezioni o contaminazione crociata, provocate dal basso livello igenico negli ospedali.

Nosocomio / Nosocomiale - Ospedale / Ospedaliero, luogo dove si curano gli ammalati.

Curare le infezioni

Infezioni batteriche - le infezioni da batteri, miceti e protozoi si curano con gli antibiotici.

Infezioni virali - per curare le infezioni da virus si utilizzano antivirali quando presenti. Attenzione: non si utilizzano gli antibiotici.

Contaminazione crociata

Anche Cross Contaminazione - passaggio diretto o indiretto di microrganismi patogeni (il passaggio e quasi sempre per azione da contatto).

Passaggio diretto / indiretto

Diretto – da individuo a individuo. Indiretto – Che utilizza un vettore come tramite, da individuo a individuo (es zanzara, mosca, pidocchio, pulce, zecca, ecc.).

Eziologia

Scienza che studia le cause della malattia.

Farmacoresistenza

Si deve alla capacità di un microrganismo di resistere all'azione di un farmaco (es: capacità di un ceppo batterico di resistere all’azione di un antibiotico).

Contagio

Il contagio segue diverse modalità di trasmissione:
  • via orale (oro-fecale);
  • via parenterale (vie diverse dall'assorbimento intestinale);
  • via aerea (apparato respiratorio, dropless);
  • trasmissione ematica, fluidi organici, mucose;
  • apparato genito urinario;

BATTERI

Microrganismi unicellulari, procarioti di dimensioni da 0,20 μm a 25 μm con forme diverse, immediatamente riconoscibili al microscopio, dopo opportuna colorazione, in Gram+ e Gram-, a seconda della loro parete. Conducono “vita Propria” e sono responsabili di molte infezioni nell’uomo.

VIRUS

Il virus è un parassita endocellulare.

È una particella formata da acido nucleico e da un rivestimento proteico.

Parassiti endocellulari obbligati formati esclusivamente da acido nucleico (genoma) + involucri proteici. Dimensioni di 20-300 nm di diametro.

Non sono classificati fra gli organismi viventi in quanto non sono cellule, bensì aggregati di macromolecole: acidi nucleici, proteine, talvolta rivestite da membrana fosfolipidica, con le seguenti caratteristiche:

  • Non possono riprodursi al di fuori delle cellule che li ospitano, né sono in grado di produrre energia necessaria ad assemblare nuovi virus.
  • Si impegnano tuttavia in processi riproduttivi e sono soggetti a processi evolutivi.

Un dato virus contiene un solo tipo di acido nucleico (DNA o RNA).